Le ruote del futuro

Le ruote del futuro

Le ruote del futuro

Il motto di Peter Thiel per il suo Founders Fund è ‘Volevamo macchine volanti, invece abbiamo 140 caratteri’.

Non siamo ancora molto vicini alle macchine volanti, ma almeno alcuni dei miglioramenti tecnologici nel mondo della produzione di veicoli renderanno le nostre ruote del futuro più sicure, connesse e sfruttando l'analisi dei big data. Queste nuove funzionalità tecnologiche possono attualmente essere trovate in alcuni dei marchi più lussuosi, ma man mano che i sensori e la tecnologia diventano più economici, alla fine si faranno strada fino alle Toyota Corolle del mondo.

L'infografica di cui sopra copre quattro aree in cui i produttori stanno sperimentando nuove tecnologie nei veicoli attualmente disponibili: big data, infotainment, sicurezza e manutenzione remota.

Con centinaia di migliaia di auto che registrano velocità, chilometraggio cumulativo, longitudine, latitudine, data, ora, accelerazione, decelerazione e consumo di carburante, ci saranno terabyte di nuovi dati da sfruttare che potrebbero portare a nuove intuizioni sulle abitudini dei conducenti. Entro il 2025, i big data dovrebbero valere 122 miliardi di dollari nel settore automobilistico.

Durante il sondaggio, il 73% dei consumatori ha ritenuto che le caratteristiche di sicurezza e diagnostica fossero le più importanti. Per questo molte novità tecnologiche sono orientate verso questi campi: sistemi di allerta radar, fari laser, telecamere, aggiornamenti software automatici per la diagnostica, sistemi di rilevamento e notifica a distanza di eventuali guasti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *